Vienna, mercatini che passione

I mercatini dell’Avvento sono una caratteristica di Vienna e di tutta l’Austria. Iniziano già a metà novembre e chiudono improrogabilmente il 23 dicembre. Sono una magnifica occasione per visitare la città, immersa in una piacevole atmosfera natalizia. Gli stand sono un trionfo di decorazioni, festoni, addobbi di Natale, per tutti i gusti e per tutte le tasche. Moltissimi gli oggetti di artigianato, talvolta di un certo pregio, spesso esposti accanto a un ammasso di paccottiglia che sembra, però, attirare ugualmente frotte di turisti a caccia di regali da mettere sotto l’albero.

img_4079

Fare shopping è divertente, ma concedersi una pausa mangiando è anche meglio. Così non può mancare l’opportunità di assaggiare specialità della gastronomia austriaca. Un’infinità di prodotti alimentari tipici si alterna ad oggetti, in ordine sparso, tra una bancarella e l’altra. Si spazia dal dolce al salato, per soddisfare anche il palato dei più golosi. Si diffonde ovunque la fragranza del pan di zenzero, il profumo di miele, noci, vaniglia, mandorle tostate e cannella, caratteristici della tradizione delle feste natalizie. Alcolici e birra scorrono a fiumi, mentre si spande nell’aria l’aroma del Glühwein e del Punsch, rigorosamente serviti caldi, anche perché il clima rigido non permetterebbe altrimenti. Ecco, per gli appassionati, un elenco dei principali mercatini viennesi

img_4087

Rathaus, il simbolo indiscusso

L’incanto del Natale è incarnato dal Wiener Christkindlmarkt am Rathaus, il mercatino del piazzale antistante l’edificio neogotico del Municipio. Con i suoi 150 stand è forse il più grande e famoso della città.

img_4080

Un magnifico arco, un albero scenografico, divenuto una delle principali attrattive, le luci che ornano con un nuovo design anche l’adiacente Ringstraße, il Burgtheater che si staglia scenografico di fronte.

img_4083

L’immancabile pista per pattinare sul ghiaccio è stata anch’essa ripensata e ampliata con sentieri ulteriori e due ampi spiazzi.

img_4085

Abbondano prelibatezze di ogni genere, soprattutto un’infinita varietà di dolci, dei quali gli austriaci sono molto ghiotti.

img_4088

Tipici i Krapfen, ovvero le nostre bombe o bomboloni, di svariati gusti e persino glassati.

img_4089

E poi le caratteristiche Pretzel, o Brezel Krapfen, la versione dolce della classica Pretzel salata, realizzata appunto con l’impasto dei Krapfen, simile per intenderci alla nostra ciambella ricoperta di granelli di zucchero.

img_3968

Tante le iniziative per i bambini nella Volkshalle del Municipio.

img_4081

Stephansplatz, ai piedi del Duomo

Nella Piazza del Duomo, che domina maestoso con le sue guglie, nel cuore dell’Innere Stadt, il primo distretto, proclamato patrimonio dell’umanità dall’Unesco, prende vita il mercatino di Stephansplatz.

img_4092

Gli espositori offrono molti prodotti di artigianato austriaco e regali di discreto valore qualitativo.

img_4093

Vale una visita anche lampo solo per vedere l’albero di Natale e Stephansdom, la chiesa di Santo Stefano. La sera, quando tutto è illuminato, si può godere di un effetto suggestivo.

img_4091

Am Hof, un gioiello di piazza

Weihnachts Markt am Hof è uno dei mercatini più scenografici di Vienna.

img_4022

La piazza è un capolavoro di architettura barocca, anche se le sue origini storiche vanno indietro nel tempo fino in epoca romana.

img_4130

La splendida Kirche Am Hof, con la facciata costruita nel 1662 su disegno dell’architetto italiano Carlo Antonio Carlone, fa da quinta scenografica alle varie bancarelle, che si raccolgono nella parte centrale dove svetta la Mariensäule, la Colonna Mariana, voluta dall’Imperatore Ferdinando III tra il 1664-1667.

img_4129

Il mercato Am Hof si compone di un’ottantina di stand traboccanti di idee regalo.

img_4127

Tantissimi anche i punti ristoro dove trovare dai Würstel ai panini con lo speck.

img_4126

Ampia la varietà di prodotti di pasticceria: dalla tradizionale torta a strati Baumkuchen, al Punschkrapfen, con la sua caratteristica forma a mattonicino quadrato.

img_4132

Un dolce, il Punschkrapfen, descritto anche da Thomas Bernhard, e che così bene tratteggia gli austriaci: esternamente ricoperto da una glassa rossa, marrone all’interno e sempre un po’ ubriaco, per la presenza del rum.

img_4128

In poche parole, un popolo solo apparentemente aperto e progressista, ma che sotto tale facciata, nasconde un’essenza profondamente conservatrice.

img_4131

Qui oltre al classico Punsch mi imbatto nell’Aperol caldo, una sorta di versione invernale dello spritz.

img_4133

A pochi passi da Am Hof si trova il GoldenesQuartier, il quartiere dello shopping di lusso, con tutti i più importanti marchi della moda internazionale.

img_4122

Maria-Theresien-Platz, nel cuore pulsante dell’arte

Caratteristico il Weihnachtsdorf Maria-Theresien-Platz, nel piazzale dove si affacciano due prestigiosi musei: il Kunsthistorisches e il Naturhistorisches.

img_4110

Al centro si erge il monumento dedicato a Maria Teresa, dalla quale la piazza prende il nome.

img_4106

Anche qui è un tripudio di decorazioni, oggetti realizzati a mano e doni natalizi.

img_4116

Nelle vicinanze anche il MuseumsQuartier, altro cuore pulsante culturale di Vienna.

img_4117

Moltissimi gli stand con specialità culinarie austriache.

img_4114

Proprio qui, al mercatino di Maria-Theresien-Platz, tra addobbi e illuminazioni natalizie e oggetti di artigianato, faccio un’interessante scoperta.

img_4109

Sono proprio i viennesi ad aver inventato le sfere di vetro con la neve dentro, emblema del kitsch.

img_4108

Dal 27 dicembre nella Maria-Theresien-Platz subentra il villaggio di San Silvestro.

img_4113

Karlsplatz, tra sacro e profano

Art Advent am Karlsplatz è il mercatino dove il livello della merce esposta è il più alto, con un’ampia selezione di oggetti di artigianato artistico.

img_4100

Non solo festoni, palle per decorare gli alberi di Natale, o candele, ma ceramiche raffinate, suppellettili in vetro, fino a cappelli e sciarpe di lana lavorati a mano.

img_4101

Molti i gruppi che suonano musica dal vivo. Notevoli le iniziative di intrattenimento.

img_4095

Per i più piccini è stato organizzato un programma fitto di appuntamenti.

img_4102

Nello spazio dove si snoda il mercatino con le sue variopinte bancarelle, si staglia la spettacolare Karlskirche, ritenuta non a torto la più bella chiesa barocca di Vienna.

img_4097

Piacevole il contrasto tra l’opulenza delle linee della facciata della Karlskirche e la modernità di alcune decorazioni natalizie realizzate con materiale riciclato.

img_4098

Freyung, il fascino di una miniatura

Quello al Freyung è l’Altwiner Christkindlmarkt, un piccolo mercatino di grande atmosfera, in uno degli angoli più suggestivi del centro storico, poco distante da Am Hof.

img_4136

Sin dal 1772 questa piazza ospitava un mercato di Natale.

img_4137

Abbondano gli stand gastronomici e anche quelli con prodotti biologici ed erbe dai poteri curativi.

img_4135

Non mancano oggetti artistici in ceramica, decorazioni di legno o di vetro e presepi tradizionali.

img_4094

Michaelerplatz, accanto alla Hofburg

Piccolissimo il Mercato regio imperiale del Natale a Michealerplatz, una piazza circolare dominata dalla facciata della Hofburg, il Palazzo Imperiale, oggi residenza e luogo di lavoro del Presidente Federale austriaco.

img_4120

Di fronte alla Hofburg campeggia la Loos Haus, l’edificio progettato nel 1910 dall’architetto Adolf Loos, con la sua negazione del decorativismo, così innovativa per l’epoca.

img_4123

Nella parte centrale della piazza ci sono anche rovine romane e medievali. Poche le bancarelle, tutte con il medesimo stile, dove si possono trovare oggetti fatti a mano e soprattutto cibo.

img_4121

Nelle vicinanze, nella celebre via dello shopping Kohl Markt, addobbata a festa, non ci si può non soffermare a guardare le bellissime vetrine di una delle più rinomate pasticcerie viennesi: Demel.

img_4124

Reisenradplatz, sotto la ruota del Prater

Il Mercatino invernale alla Reisenradplatz, si trova dove c’è la ruota panoramica del Prater, diventata il simbolo di Vienna dopo il film noir del 1949 Il Terzo Uomo, diretto da Carol Reed e interpretato da uno straordinario Orson Welles.

img_4119

Qui al Prater il divertimento è garantito. Fino all’8 gennaio è il regno dei bambini. Un luogo magico pieno di giostre, musica dal vivo e intrattenimento per tutti i gusti.

img_3346

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “Vienna, mercatini che passione

  1. Mila, é sempre un gran piacere leggere i tuoi articoli. Riesci a raccontare Vienna con semplicità, competenza e leggerezza anche quando sei costretta ad affrontare argomenti più “ostili” dei mercatini dell’Avvento.
    Grazie!

    • grazie mille Simona! è davvero il più bel complimento che potessi ricevere. continua a seguire il blog Lettere da Vienna. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *