Gattina olandese finisce in Austria

La gattina Pepper è una vera giramondo. Ha percorso ben 1.000 chilometri in 6 mesi, attraversando mezza Europa, dall’Olanda all’Austria. Questa gatta girandolona ha tenuto con il fiato sospeso i media austriaci. Ora, finalmente, il lieto fine. Ha ritrovato la sua padrona, che per mesi l’ha creduta morta. Franka Schapendonk è infatti venuta a riprendersela dalla città olandese di Tilburg fino ad Aschbach-Markt, in Bassa Austria, ad ovest di Vienna. L’ultima settimana della proprietaria di Pepper è stata intensissima e piena di sorprese. Prima la telefonata che la informava del ritrovamento in Austria del suo gatto smarrito il 21 agosto 2016. Poi l’organizzazione in tutta fretta della trasferta per il recupero del suo adorato felino. Per riabbracciarla Franka Schapendonk ha portato i bocconcini preferiti di Pepper, che l’ha riconosciuta subito, riempiendola di fusa e coccole, facendosi prendere docilmente in braccio.

Screen Shot ORF

Eppure quando era stata ritrovata, Pepper, occhi verdi e musetto birba, aveva dimostrato un caratterino non facile. Un atteggiamento piuttosto selvatico, quello della gattina globe-trotter, diffidente, timida e spaventata. Certo deve averne passate molte di avventure lungo tutti quei chilometri percorsi. Ad accorgersi di lei un cacciatore, che l’ha vista aggirarsi nei pressi di una fattoria. Era magra, sofferente, dall’aspetto malato. Così il cacciatore ha preso la gattina e l’ha portata presso un centro veterinario della zona. A prendersi cura di Pepper, la veterinaria Katharina Zöchling, che grazie al microchip di cui era provvisto il felino girovago, ha potuto rintracciare e contattare la padrona. Era affamata e impaurita, tanto che ha graffiato i veterinari che l’hanno soccorsa e che le hanno curaro un’infezione polmonare. Una reazione affettuosa e mansueta, quella che la gattina gironzolona ha riservato alla sua Franka, che ha destato molto stupore nei suoi soccorritori. Un comportamento in netto contrasto con l’istinto selvatico che Pepper aveva dimostrato fino a poco prima dell’arrivo della sua padrona. 

Screen Shot ORF

Un viaggio sponsorizzato

La gita austriaca di Franka Schapendonk per il recupero della sua Pepper è stata sponsorizzata da una compagnia di assicurazioni olandese. L’andata è avvenuta in aereo, il ritorno in treno: un viaggio di 12 ore, fino a Tilburg. Una volta tornata a casa la gattina globe-trotter troverà ad aspettarla una nuova compagna di giochi, un altro felino preso da Franka quando aveva perso ogni speranza di ritrovare viva la sua amata Pepper. La speranza è che le due gatte vadano d’accordo e che a Pepper giramondo non venga in mente di mettersi un’altra volta in cammino per migliaia di chilometri. Esiste il sospetto che parte del suo lungo tragitto, se non addirittura tutto il percorso dall’Olanda all’Austria, la gatta possa averlo fatto a bordo di un camion. Ma ad oggi non vi è alcuna certezza a supporto di tale tesi. Adesso Franca e Pepper sono di nuovo insieme. E questa è l’unica cosa che conti.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *