Il re dei balli in turchese

L’Opernball, il ballo dell’Opera, è l’evento più atteso dell’anno a Vienna. Questi i numeri della 62esima edizione: 30.000 ranuncoli, 10.000 rami di eucaliptus, 144 coppie di debuttanti, con i diademi firmati Dolce & Gabbana per Swarovski, 2 star di Hollywood presenti, Melanie Griffith al fianco dell’eccentrico magnate del mattone Richard Lugner e l’inglese Lily James. Tra le dame e i cavalieri anche due campioni di bellezza: Miss Austria Celine Schrenk e Mister Austria Alberto Nodale. Per la prima volta presente alla cerimonia anche una coppia di debuttanti affetta dalla sindrome di Down: Felix Röper e Swatina Wutha. È stata la serata del mai fatto prima. Per la prima volta l’entrata delle coppie di debuttanti è stata accompagnata dalle note dell’inno europeo.

Wiener Staatsoper / Michael Pöhn

Palco d’onore per il Presidente Federale Alexander Van der Bellen, con al fianco la moglie Doris Schmidauer. Debutto gestito con grande padronanza da parte del Cancelliere Sebastian Kurz, accompagnato dalla fidanzata Susanne Thier.

Wiener Staatsoper / Michael Pöhn

Un’occasione, quella dell’Opernball, che attira l’alta società viennese, personaggi famosi del mondo dello spettacolo e della politica. Stavolta, però, è più che mai un ballo turchese. Massiccia, infatti, la presenza di membri di spicco dell’ÖVP. Quasi tutti i Ministri del Partito Popolare vi hanno preso parte: da Gernot Blümel ad Elisabeth Köstinger, da Hartwig Löger a Margarete Schramböck, ad eccezione di Heinz Fassmann. La stessa organizzatrice, Maria Großbauer, è responsabile della cultura dei popolari. In rappresentanza degli alleati dell’FPÖ non vi erano né Heinz-Christian Strache, andato a sciare con la famiglia, né Herbert Kickl, ma esclusivamente Johannes Gudenus, che dell’ultradestra è il capogruppo in Parlamento. Vediamo insieme alcune delle immagini più belle.  Continua a leggere

Opernball: il ballo dei balli

Quasi come vivere una favola. Il Ballo dell’Opera, l’Opernball, è il ballo dei balli, il più antico e importante di Vienna. Un’occasione di ritrovo per l’alta società della capitale. Quest’anno si è celebrata la 61esima edizione. Oltre tre ore di diretta con un canale della tv pubblica, ORF2, interamente dedicato. Traffico bloccato dalle 20:00 alle 23:00 su Ringstraße, tra Schwarzenbergplatz e Operngasse, per permettere agli invitati l’accesso senza difficoltà. Biglietti pressoché introvabili, venduti per cifre che variano dai 290 ai 20.500 euro, nel caso ci si voglia aggiudicare un lussuosissimo palco d’onore. Oltre 5.150 gli ospiti che hanno preso parte alla serata: la crème de la crème della politica, dell’industria e dell’alta società austriaca. Hanno partecipato il Presidente Federale Alexander Van der Bellen con la moglie Doris Schmidauer, ai quali spetta il palco imperiale. Prima volta in veste di Cancelliere Federale per Christian Kern. Mentre al fianco del tycoon austriaco Richard Lugner c’era la spumeggiante Goldie Hawn. Come vuole la tradizione l’Opernball si svolge il giovedì precedente al mercoledì delle ceneri. Assieme al concerto del primo dell’anno della Wiener Philharmoniker nella sala dorata del Wiener Musikverein è il più atteso avvenimento di costume di Vienna. Quella dei balli è un’usanza che caratterizza la capitale austriaca sin dal 1814, al tempo del Congresso di Vienna, dove si davano appuntamento le teste coronate e l’aristocrazia di tutta Europa.

Wiener Staatsoper/ Michael Pöhn

Anche se il primo ballo al Teatro dell’Opera ebbe luogo nel 1877, fu solo nel 1935 che si svolse il primo Opernball. Dopo un’interruzione durante la Seconda Guerra Mondiale, il Ballo dell’Opera si è sempre svolto, ad eccezione del 1991, quando venne annullato per la Guerra del Golfo. Il teatro viene trasformato dalla sera alla mattina in una immensa sala da ballo, smontando tutte le file di poltrone della platea, mentre viene allestito un nuovo pavimento di legno, al livello del palco.

Wiener Staatsoper/ Michael Pöhn

A presiedere il Wiener Staatsoper è dal 2010 l’alsaziano Dominique Meyer, a capo del comitato organizzatore dell’Opernball dal 2008 c’è Desirée Treichl-Stürgkh. Severo il dress code e rigido il protocollo. Red carpet d’obbligo per tutti gli ospiti. Una manifestazione contro il Ballo dell’Opera è stata organizzata dai Giovani comunisti austriaci (KJÖ, Kommunistische Jugend Österreichs) e dall’Unione degli Studenti Comunisti (KSV, Kommunistischer Studentverband). Non accadeva dal 2011, da quando le contestazioni si sono concentrate soprattutto sul Wiener Akademikerball. Stavolta, però, la protesta è montata perché la tradizione dell’Opernball viene considerata dai dimostranti l’ostentazione di un benessere decadente, in stridente contrasto con un così gran numero di persone che vivono in miseria.  Continua a leggere

Il ballo dei balli all’Opera di Vienna

Quello dell’Opera, Wiener Staatsoper, è considerato il ballo dei balli a Vienna.
Anche se pian piano tende a perdere lo smalto di un tempo, è la passerella alla quale nessun politico austriaco che conti vuol mancare. E per attrici e attori più o meno famosi, per cantanti, starlette e vip, o presunti tali, resta una ribalta circondata da un’aura prestigiosa, di gran fascino.

Wiener Staatsoper / Michael Pöhn

Wiener Staatsoper / Michael Pöhn

Il glamour della vecchia Europa, il prestigio della tradizione, con un copione che si ripete da sessant’anni, uguale a se stesso. Ma è questo il bello, che il tempo passa e nulla cambia.  Continua a leggere

Vienna nascosta, i concerti esclusivi al Park Hyatt

Vienna è la città della musica, la si può respirare un po’ ovunque. Con l’idea di recuperare la tradizione della musica da camera e dei salotti musicali dell’Ottocento, nasce l’idea del Salon Am Hof. Un concerto di musica classica con cadenza mensile, nell’hotel più esclusivo e lussuoso della città, il Park Hyatt.

image

Un evento per pochi musicofili dai gusti esigenti, come solo a Vienna possono esistere. Una città nella quale tracce della presenza di compositori celebri rimangono nelle strade e nei vicoli, nei suoi prestigiosi teatri, nelle suggestive cattedrali.  Continua a leggere